L’individuo e le sue relazioni a partire dal Second Treatise di John Locke

Nicoletti, Michele (2005) L’individuo e le sue relazioni a partire dal Second Treatise di John Locke. Bollettino telematico di filosofia politica.

[img]
Preview
PDF
nicol.pdf
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial Share Alike.

Download (30kB)
Official URL: http://purl.org/hj/bfp/46

Abstract

Le relazioni dell'individuo, già nel pensiero di Locke - uno dei padri dell'individualismo metodologico -, da un lato costituiscono il singolo, dall’altro lo limitano. Questa dialettica di costituzione-limitazione fa sì che l’individuo debba intendersi più che come un "dato" originario come una "costruzione" e che, in secondo luogo, il limite alla sua azione sia posto non solo dall’esterno, ossia dalla presenza di altri individui, ma anche dall’interno, ossia dalla sua stessa costituzione ontologica.

Item Type: Article
Additional Information: Questo articolo è stato pubblicato negli Atti del III Seminario perugino per lo studio dei classici (La filosofia politica di Locke, Milano, Angeli, 2005).
Subjects: Filosofia > Modern Western philosophy
Dip. Scienze della Politica > Filosofia Politica
Filosofia > Miscellany of philosophy > Filosofia Politica
Filosofia > Modern Western philosophy > Filosofia Politica
Depositing User: Maria Chiara Pievatolo
Date Deposited: 15 May 2011 16:05
Last Modified: 13 Feb 2013 17:34
NBN identifier: urn:nbn:it:unipi-9437
URI: http://archiviomarini.sp.unipi.it/id/eprint/353

Actions (login required)

View Item View Item