La tragedia dei beni comuni

Hardin, Garrett and Coccoli, Lorenzo (2009) La tragedia dei beni comuni. Bollettino telematico di filosofia politica. ISSN 1591-4305

[img]
Preview
Text
hardin.pdf - Published Version
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial.

Download (230kB) | Preview
Official URL: http://purl.org/hj/bfp/249

Abstract

Traduzione italiana del celebre articolo "The Tragedy of the Commons" (1968). A dispetto della sua fama nel campo delle scienze sociali, l'autore, Garrett Hardin, era un biologo che si occupava del problema della sovrappopolazione. Per lui una simile questione non aveva una soluzione tecnica (relativa cioè alla mera applicazione dei risultati delle scienze naturali), ma richiedeva un mutamento nelle nostre prospettive morali. A sostegno di questa tesi, Hardin introdusse la fortunata immagine della “tragedia dei commons”: le risorse comuni, lasciate alla libera iniziativa individuale - senza intervento statale o proprietà privata -, sono destinate inevitabilmente a essere dissipate. Per questo, secondo Hardin, solo una regolazione della libertà riproduttiva potrebbe indurre l'umanità a un comportamento responsabile nei confronti della Terra.

Item Type: Article
Subjects: Filosofia > Modern Western philosophy
Dip. Scienze della Politica > Filosofia Politica
Filosofia > Miscellany of philosophy > Filosofia Politica
Filosofia > Modern Western philosophy > Filosofia Politica
Depositing User: Maria Chiara Pievatolo
Date Deposited: 03 May 2013 15:41
Last Modified: 03 May 2013 15:43
NBN identifier: urn:nbn:it:unipi-10042
URI: http://archiviomarini.sp.unipi.it/id/eprint/511

Actions (login required)

View Item View Item