REPVBLICANISMVS GEOPOLITICVS FONTES ORIGINES ET VIA

Morigi, Massimo REPVBLICANISMVS GEOPOLITICVS FONTES ORIGINES ET VIA. -. (Unpublished)

[img]
Preview
Text
REPVBLICANISMVS GEOPOLITICVS FONTES ORIGINES ET VIA.pdf
Available under License Creative Commons Attribution No Derivatives.

Download (2MB) | Preview

Abstract

Il presente file, titolo: Republicanismvs Geopoliticvs Fontes Origines et Via, contiene testi e link di Massimo Morigi sull’estetizzazione della politica e sul ‘Repubblicanesimo geopolitico’. Il ‘Repubblicanesimo Geopolitico’ è una dottrina politologica e filosofico-politica elaborata negli ultimi anni dall’ autore in cui i sette paper copia-incollati nelle pagine di questo file costituiscono l’elaborazione storico-filosofica che ha portato all’elaborazione finale del ‘Repubblicanesimo Geopolitico’, di cui si potrà prendere visione cliccando nei link posti nella parte finale del file al termine dei sette paper copia-incollati nel file. In questi precedenti paper era stato messo a fuoco, fra le altre cose, un nuovo tipo di repubblicanesimo profondamente debitore delle suggestioni dell’estetizzazione della politica, con le sue luci delle avanguardie artistiche e con le sue terribili ombre dei regimi totalitari, così come si era manifestata nel corso del Novecento (il numero della nota a piè di pagina che all’inizio di ogni nuovo paper non riparte da 1 ma aggiunge 1 all’ultimo numero di nota del precedente paper pur essendo dovuto ad un automatismo del copia-incolla è, se vogliamo, anche un accidente altamente simbolico del filo rosso, fra riflessioni sul repubblicanesimo e sulla estetizzazione della politica, che attraversa tutti questi interventi). Il ‘Repubblicanesimo Geopolitico’ raccoglie queste suggestioni ed intende innestarle nel tronco della tradizione realista della Geopolitica. Un realismo politico quello del ‘Repubblicanesimo geopolitico’ che però, rinnovato dalla scuola costruttivista delle relazioni internazionali (Alexander Wendt), pone in primo piano una spazialità non solo geografica ma anche di natura mentale, rappresentativa e culturale (in fondo la moderna noopolitik non è che una riscrittura postmoderna dell’estetizzazione della politica novecentesca) e che, proprio perché strettamente vincolato in senso machiavelliano all’effettualità, rifiuta con irrisione tutte le ingenue, quando non interessate, visioni liberal-neopositivistiche alla Popper e si riallaccia direttamente ai grandi pensatori dialettici Hegel e Marx (da questo punto di vista, il ‘Repubblicanesimo geopolitico’ si distacca drasticamente da tutte le vulgate neomarxiste: in primo luogo perché integralmente dialettico, in secondo luogo perché non cerca surrogati salvifici alla classe operaia ma individua, sulla scia di Gianfranco La Grassa, negli agenti strategici interni ed internazionali gli autentici operatori dell’evoluzione delle società capitalistiche – ma a differenza della versione lagrassiana del marxismo, il ‘Repubblicanesimo geopolitico’ si tiene ben stretta, ed intende sviluppare, la visione dialettica hegelo-marxiana della realtà). Possiamo così affermare che generare una profonda dialettica fra realismo politico e le mai sopite pulsioni verso l’estetizzazione della politica (impresa alla quale fu dedicata la vita del più grande rappresentante della filosofia politica del Novecento, Hannah Arendt, alla quale però fece sempre velo la sua formazione kantiana) sia il compito che si prefigge il ‘Repubblicanesimo Geopolitico’. Un repubblicanesimo, quello geopolitico, che ha pertanto definitivamente abbandonato una visione della libertà intesa come non dominio che ha segnato – ed estenuato – le ormai vecchie ed attardate vulgate del neorepubblicaneismo e che è invece fermamente indirizzato alla realizzazione di una autentica, profonda ed intima Vita Activa. Massimo Morigi – Ravenna, 8 ottobre 2014 Segue ora una più dettagliata descrizione del ‘Repubblicanesimo Geopolitico’. Il ‘Repubblicanesimo Geopolitico’ partendo da una rieleborazione del repubblicanesimo classico, intende introdurre nell'ambito del dibattito neo-repubblicano gli apporti della scienza geopolitica e utilizza anche il concetto di ‘Lebensraum’ come pure quelli di ‘conflitto strategico’ e di ‘agenti strategici’ di matrice marxista (fondamentale nello sviluppo di queste due chiavi interpretative il grande pensatore marxista Gianfranco La Grassa). Rispetto al ‘conflitto strategico’ di marca lagrassiana, nel ‘Repubblicanesimo Geopolitico’ non viene abbandonata una visione dialettica e a differenza del Lebensraum della scuola tedesca della geopolica il ‘Lebensraum republicanism’ intende lo spazio vitale non solo in senso territoriale ma anche culturale. Da questo punto di vista, il repubblicanesimo geopolitico risulta affine agli studi sulla ‘noopolitik’ e alla dottrina sulle relazioni internazionali che va sotto il nome di costruttivismo.Gli argomenti affrontati dalla dottrina politologica e filosofico-politica del Repubblicanesimo geopolitico sono il repubblicanesimo sviluppato dal punto di vista della geopolitica, il neo-repubblicanesimo, il marxismo ed il neomarxismo, la globalizzazione politica e finanziaria e gli agenti strategici nazionali ed internazionali che costituiscono la trama significativa di questa globalizzazione. Nei file qui di seguito vi sono link, saggi, articoli, interviste e dibattiti sul repubblicanesimo geopolitico in cui l’autore di questa nuova dottrina filosofico-politica e politologica, Massimo Morigi, traccia le linee-guida del ‘Repubblicanesimo Geopolitico’ e, in base a questo, giudica anche casi concreti della situazione politica internazionale, vedi il caso della crisi Ucraina, analizzata in diversi articoli raggiungibili attraverso i link presenti nel file Republicanismvs Geopoliticvs Fontes Origines et Via alla luce dei principi e linee interpretative sviluppati dal ‘Repubblicanesimo geopolitico’.

Item Type: Article
Natural Language Keywords: Massimo Morigi, Repubblicanesimo, Neo-Repubblicanesimo, Neo Repubblicanesimo, Neorepubblicanesimo, Marxismo, Neomarxismo, Neo marxismo, Neo-marxismo, Geopolitica, Repubblicanesimo Geopolitico, Geopolitica Repubblicana, Poliarchia, Postdemocrazia, Costruttivismo, Giuseppe Mazzini, Karl Marx, Hannah Arendt, Carl Schmitt, Machiavelli, Alexander Wendt,Turbocapitalismo, Turbo-capitalismo, Democrazia, Dialettica, Dialettica marxista, Vita Activa, Estetizzazione della politica, Walter Benjamin, Politicizzazione della violenza, Estetizzazione della violenza, avanguardie artistiche del Novecento, Futurismo, Filippo Tommaso Marinetti, Rammstein, The Rolling Stones,Industrial music, fascismo, nazismo, espressionismo tedesco, arte fascista, arte nazista, arte totalitaria,António de Oliveira Salazar,Francisco de Barcelos Rolão Preto,camisas azuis,Nacional-Sindicalismo,União Nacional,Estado Novo,António Ferro,arte degenerata, entartete kunst, Mario Sironi,Emil Nolde,Post-democrazia,Nazionalsocialismo, Neue Slowenische Kunst, NSK, avanguardie artistiche del Novecento, Max Horkheimer , Dialettica dell'illuminismo,Theodor Adorno,postmoderno, postmodernismo, postmodernità, Derrida, Lyotard,Joseph Conrad, Cuore di tenebra, Edmund Burke, sublime, Kant, Halford John Mackinder,Alfred Thayer Mahan,Friedrich Ratzel,Karl Haushofer,Apocalipse Now, Heart of Darkness,Reflections on the Revolution in France, Riflessioni sulla rivoluzione in Francia,Premio Bergamo, Premio Cremona,Turbocapitalismo, Turbo-capitalismo, Globalizzazione, Helene Bertha Amalia Riefenstahl, Leni Riefenstahl,Olympia,Triumph des Willens, Der Triumph des Willens, Paul de Man, The Beatles, Across the Universe, Sympathy for the Devil, Laibach, Life is Life, The Opus, Live is Life, Geburt Einer Nation, Kurtz, Marlow, Rammstein, Reise Reise, Hegel, Kant, Critica del giudizio, giudizio riflettente, sublime, Colin Crouch, Robert Dahal, Friedrich Wilhelm Nietzsche, Nietzsche modello hegelo-marxiano, interpretazione hegelo-marxiana, Catéchon, Katéchon, Catechon, Katechon, Lebensraum Republikanismus, Lebensraum Republicanism, Lebensraum Repubblicanesimo, Lebensraum Républicanisme, Lebensraum Republicanismo, Heidegger, Apocalypse Now, Gianfranco La Grassa, agenti strategici, agenti strategici internazionali, conflitto strategico, Noopolitik, Cina, Shanghai Cooperation Organization, SCO, Shanghai Pact, Russia, Putin, Unione Sovietica, Ucrainia, Gogol, Cicicov, Cicikov, Pavel Ivanovič Čičikov, Le anime morte, America, Stati Uniti, Stati Uniti d’America, US, USA, NATO, OTAN, strategia del caos, MAD, Mutual Assured Destruction, Germania, RFT, Repubblica Federale Tedesca, BRD, Bundesrepublik Deutschland, Merkel, Angela Merkel, Angela Dorothea Merkel, Obama, Barack Obama, Europa, Unione europea, UE, Italia, caso italiano, neutralità, neutralità dell’Italia, neutralità italiana, Chiesa, Chiesa Cattolica, Chiesa Cattolica Italiana, Vaticano, La Santa Sede, Papa Francesco, Papa Francesco Jorge Mario Bergoglio, realpolitik, Deutsche Bundesbank, Bundesbank, Santo Padre Francesco, Papa, Siria, Syria, Assad, Bashar al Assad, Bashar al-Assad, Baššar Hafiz al-Asad, BRICST, BRICS, BRIC, Bashar Hafez al-Assad, crisi siriana, guerra civile siriana, guerra siriana, Der Nomos der Erde, Politische Romantik, romanticismo politico, politica romantica, Novalis, Georg Friedrich Philipp Freiherr von Hardenberg, Friedrich Leopold von Hardenberg, romanticismo magico, idealismo magico, Nietzsche, modello hegelo-marxiano, Unione Sovietica, dialettica signore servo, dialettica signore-servo, dialettica servo padrone, dialettica servo-padrone, Santa-Rita Pintor, Guilherme Augusto Cau da Costa de Santa Rita, Guilherme de Santa-Rita, Orpheu, Portugal Futurista, Cielo Terra Mortali Immortali, mortali/immortali, Gaetano Mosca, Vilfredo Pareto, élite, Teoria delle élite, Teoria delle élites, Robert Michels, Legge ferrea dell’ oligarchia, elitismo, Teoria della classe politica, politica internazionale, relazioni internazionali, diplomazia, fisica quantistica, meccanica quantistica, Anarchy is what States Make of it, dialettica, dialettica hegeliana, dialettica marxista, costruttivismo, costruttivismo quantistico, costruttivismo quantico, interpretazione quantistica delle relazioni internazionali, Eurasia, Joseph Goebbels, Goebbels, Paul Joseph Goebbels, Kunst der Nation, Farinacci, Bottai, Marcello Piacentini, Adalberto Libera, Giuseppe Terragni, Margherita Sarfatti, architettura fascista, E42, Esposizione 1942, EUR, Esposizione Universale di Roma, Incipit novus ordo, Arnaldo Carpanetti, Le Corbusier, Charles-Edouard Jeanneret-Gris, Jerzy Jarocinski George Waldemar , George Waldemar, Waldemar George, Waldemar-George, mostra della Rivoluzione Fascista, mostra del decennale della Rivoluzione Fascista, mostra della Rivoluzione Fascista, Thayaht, Ernesto Michahelles, Effige del Duce, Ferruccio Vecchi, L’Impero che balza dalla mente del Duce, L’Impero balza dalla testa del Duce, movimento eurasiatista, sovranismo, Costanzo Preve, Fernando Pessoa, modello hegelo-marxiano, interpretazione hegelo-marxiana, interpretazione della società hegelo-marxiana, Prémio Antero de Quental, Galo de Prata, Prémio Galo de Prata, Monsanto, Monsanto da Beira, Aldeia mais Portuguesa de Portugal, prêmio Galo de Prata em Gramado, Paul Dundes Wolfowitz, ONU, UN, Nazioni Unite, September Programme, Septemberprogramm 1914, Programma di settembre, September Program, Grand Strategy, Drang nach Osten, Adam Smith, Rivoluzioni colorate, Primavere arabe, Gene Sharp, Albert Einstein Institution, Hugo Chavez, Sancho Panza, Wolfowitz, Wolfowitz Doctrine, CANVAS, OTPOR, Fernando António Nogueira Pessoa, Ucraina, crisi Ucraina.
Subjects: Filosofia > Theory of philosophy
Filosofia > Miscellany of philosophy
Filosofia > Modern Western philosophy
Scienze Sociali
Storia
Storia > World history
Dip. Scienze della Politica > Filosofia Politica
Filosofia > Miscellany of philosophy > Filosofia Politica
Filosofia > Modern Western philosophy > Filosofia Politica

Dip. Scienze della Politica > Scienza Politica
Depositing User: Massimo MM Morigi
Date Deposited: 23 Oct 2014 15:41
Last Modified: 17 Jun 2015 21:33
URI: http://archiviomarini.sp.unipi.it/id/eprint/597

Actions (login required)

View Item View Item