Alienazione e dignità. Il lavoro come valorizzazione dell'uomo nel pensiero di Simone Weil.

Colucci, Andrea (2018) Alienazione e dignità. Il lavoro come valorizzazione dell'uomo nel pensiero di Simone Weil. Masters thesis, Università di Urbino Carlo Bo.

[img]
Preview
Text
Tesi Colucci Andrea vers def fr.pdf
Available under License Creative Commons Attribution No Derivatives.

Download (1MB) | Preview

Abstract

L’analisi sul tema del lavoro che si propone parte dal pensiero e dall’impegno concreto come operaia della filosofa Simone Weil, prendendo in analisi anche esperienze di capitalismo umanistico, in particolare quella dell’imprenditore Adriano Olivetti. L’intento è quello riflettere sul lavoro quale aspetto sostanziale della vita umana, il cui sviluppo e progresso, nel corso del ‘900, è risultato offensivo per l’uomo. Queste pagine, inoltre, vogliono essere anche un invito a riflettere, in questo tempo – che, seppur ben diverso da quello vissuto da Weil, mostra altre forme di offesa alla integrità della persona – su quali siano i veri valori da riportare alla luce affinché nella dimensione lavorativa si porga attenzione all’umanità del singolo individuo e il lavoro divenga luogo di affermazione della propria libertà. Nel primo capitolo si tratta l’esperienza di lavoro alienante e disumanizzante vissuta da Simone Weil. Una esperienza, che pone l’uomo dinanzi a un potere che inibisce la sua attività fino a fargli vivere la sensazione di essere «sradicato», privandolo di «ogni possibilità [...] di interagire non solo con l’altro, ma anche con se stesso, con il proprio l uogo di lavoro e, […] con la totalità dell’universo». Ci si sofferma sul senso di impotenza del pensiero e dell’azione che Weil definisce in termini di «schiavitù» nell’anima e nel corpo, conseguenza dello stato di «sventura», uno dei cardini della rifless ione weiliana. Nel secondo capitolo, si assiste ad un «ritorno alle radici» che si lega, nel pensiero weiliano, a una volontà più grande: l’obbedienza alla vocazione. Una vocazione che si fa risposta ai valori di verità, di giustizia e di bellezza e che dà pienezza e senso all’esistere. Particolare interesse riveste la nozione di «attesa», presentata da Simone Weil come «azione non agente», come movente fondamentale per l’intensificarsi dell’«attenzione assolutamente pura» grazie alla quale l’uomo restituisce al prossimo lo status di persona, la giustizia e la dignità perduta nelle condizioni degradanti vissute nella dimensione lavorativa. Nel terzo e ultimo capitolo si delinea il progetto ideato e realizzato dall’imprenditore Adriano Olivetti nella sua fabbrica di Ivrea, da lui concepita come luogo di dimensione lavorativa comunitaria, alla luce dei valori weiliani cui egli si ispirava «con l’intento di rispettare e valorizzare la dignità del lavoratore» creando un’impresa che non seguisse solamente la strada del profitto. Inoltre, è stato dedicato un breve spazio della nostra analisi anche alla ripresa di questi valori da parte dell’imprenditore umbro Brunello Cucinelli, ricordato soprattutto per aver riformulato un nuovo tipo di capitalismo, definito «neoumanistico». In Appendice al lavoro, infine, si è preso in esame alcuni dei documenti del magistero della Chiesa sul tema del lavoro e della sua dignità, dalla Enciclica Rerum novarum di Leone XIII, alle più recenti riflessioni di papa Francesco. A partire da queste tematiche, l’analisi cerca di offrire spunti per riflettere su un tema oggi scottante e dai molteplici complessi risvolti, nella convinzione che il lavoro, da «tormento dello spirito», possa e debba diventare servizio per un «nobile scopo», cioè servizio per l’uomo.

Item Type: Thesis (Masters)
Subjects: Filosofia
Filosofia > Theory of philosophy
Filosofia > Education, research in philosophy
Filosofia > Historical treatment of philosophy
Filosofia > Ethics
Filosofia > Political ethics
Depositing User: Andrea Colucci
Date Deposited: 21 Dec 2018 08:25
Last Modified: 21 Dec 2018 08:25
NBN identifier: urn:nbn:it:unipi-24019
URI: https://archiviomarini.sp.unipi.it/id/eprint/795

Actions (login required)

View Item View Item